Faccio alcune premesse per questo video perché l’orbita di questo oggetto fuori controllo dipende da molti fattori ed una stima precisa è impossibile. Prova ne è il fatto che, al momento, non si sa dove cadrà, quando, se resisterà all’attrito dell’atmosfera.
I dati su orari e traiettorie vengono aggiornati quasi in tempo reale e, anche se di poco, sono già variati nel corso del montaggio e renderizzazione di questo video.

Quindi può essere che a distanza di qualche ora siano un po’ sballati.
Per cui, prima nota, i dati che vi dirò a breve non saranno precisi. Sono quelli stimati al momento in cui sto montando questo video.
Gli ingegneri aerospaziali stimano la sua caduta, al momento, alle 18.59 del primo aprile, con un margine di 10 ore in più od in meno.
Nel filmato vedrete la cartina dell’Europa. Ho fatto un pallino rosso su Roma, così da dare un punto di riferimento. La traiettoria di Tiangong 1 è quella gialla e parte sempre dalla Spagna in direzione Grecia-Bulgaria.
Per essere pignoli la traiettoria non è retta, come vedete nelle immagini, ma è leggermente curva.
Per comodità mia l’ho fatta retta.
Nel mio precedente video su questo argomento parlavo della fascia coinvolta nella caduta di questo oggetto o dei suoi detriti. E’ situata tra 43 gradi di latitudine sud e 43 gradi di latitudine nord. E’ un’area vastissima che comprende in gran parte oceani e deserti.
Ma cosa succede quando Tiangong 1, ovvero il “palazzo del cielo” si avvicinerà troppo al nostro Pianeta?
Intorno ai 300 chilometri di altitudine cominceranno a verificarsi i primi effetti dell’attrito con l’atmosfera. A 78 chilometri l’oggetto comincerà a surriscaldarsi talmente tanto che probabilmente comincerà a frantumarsi in migliaia di detriti che si disperderanno in un’area di centinaia di chilometri. Per cui, anche se non sono chiare molte cose e ci sono molte incognite, la possibilità che il blocco della dimensione di circa un autobus cada a Terra completamente intero sono praticamente nulle.
Basta un ritardo di pochissimi minuti nella previsione dell’entrata in atmosfera, che il luogo di eventuale caduta di detriti si sposta di migliaia di chilometri.
Non mi dilungo oltre, dai un’occhiata al video.
ULTIMO AGGIORNAMENTO ore 21.30 del 30.03.2018:
Aggiornamento. Proprio mentre effettuavo l’upload del video al TG di Rai 2hanno dato ulteriori notizie.
Domani mattina, 31.03.2018 alle ore 5.50 la stazione spaziale cinese Tiangong 1 sarà visibilissima sopra l’Italia, guardando verso sud. Avrà dimensioni e luminosità di una grossa stella ed, ovviamente, sarà in movimento.
Le ultime stime dicono che cadrà alle ore 11.26 del giorno di Pasqua, ma i dati esatti si avranno poco più di mezz’ora prima dell’effettiva entrata in atmosfera.
Le regioni italiane che potrebbero essere coinvolte sono, praticamente, tutte     quelle dall’Emilia Romagna in giù.
c’è lo 0,2% di probabilità che qualche detrito cada sulla nostra Nazione.
La protezione Civile ha diramato alcuni comportamenti che è bene adottare in questi casi. Li ho elencati nel mio precedente video. Lo trovi qui:

© Copyright: Ufosullarete.it. La riproduzione dell'articolo è consentita esclusivamente secondo i termini di utilizzo

About the Author


Comments are closed.

Iscriviti alla Newsletter


LIBRI PER APPASSIONATI DI MISTERI

banner_ison-200x200











Disponibile su Amazon, IBS e nei migliori store online
banner_ison-300x300











Disponibile su Amazon, IBS e nei migliori store online
banner_ison-200x200











Disponibile solamente contattando l'Autore.

EBOOK GRATUITO CONCORSO UFOSULLARETE

banner_ison-200x200











Scaricalo gratis da qui QUI

Chi c'é online

2 visitatori online