Il lander Philae ce l’ha fatta.
E’ atterrato sul nucleo della Cometa 67/P Churyumov-Gerasimenko.
Da quello che si apprende dall’ESOC, centro di controllo situato a Darmstadt, in Germania, tutto si è svolto correttamente.
Dopo il contatto Philae ha mandato un segnale alla sonda Rosetta che, a sua volta, lo ha ritrasmesso alla Terra.
Tutto sembra andato per il meglio anche se c’è qualche timore in merito all’ancoraggio del lander sul nucleo cometario.
La sua composizione, infatti, sino ad ora è stata sempre teorizzata. Ora c’è stato un contatto concreto.
L’accometaggio, termine che da oggi dovrà essere inserito nel vocabolario (come lo fu per il termine allunaggio) è stato preciso.
Dopo dieci anni ed oltre 511 milioni di chilometri, il lander ha mancato il punto previsto di soli quattro centimetri.
Ora si attendono le prime immagini che dovrebbero arrivare sul nostro Pianeta verso le ore 19.
L’uomo, per la prima volta in tutta la sua storia, potrà così osservare con i propri occhi la superficie di una Cometa.
Quasi un anno fa un’altra Cometa catalizzava l’attenzione di studiosi ed appassionati: ISON che ci ha fatto sperare, appassionare e stupire coi suoi misteri.
Ecco la ricostruzione dell’accometaggio ed i momenti di gioia di quel momento.
[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=_w6rf25v9rE[/youtube]

Immagini ravvicinate della Cometa 67/P Churyumov-Gerasimenko

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=PUpSVxoCcik[/youtube]

C.L.


About the Author


Comments are closed.

LIBRI PER APPASSIONATI DI MISTERI

banner_ison-200x200











Disponibile su Amazon, IBS e nei migliori store online
banner_ison-300x300











Disponibile su Amazon, IBS e nei migliori store online
banner_ison-200x200











Disponibile solamente contattando l'Autore.

EBOOK GRATUITO CONCORSO UFOSULLARETE

banner_ison-200x200










Scaricalo gratis da qui QUI


Visit Us On YoutubeVisit Us On FacebookVisit Us On Twitter